non dipende tutto da te

Non dipende tutto da te

Tempo di Lettura: 4 minuti

Dispetto #110 – Buoni propositi e mania di controllo

Ricordate la fine dell’articolo di settimana scorsa? Non la parte in cui dicevo della canzone de L’equilibrio, quella è uscita e vi metto il link a fine articolo, così la ascoltate dopo la lettura. La parte in cui dicevo che il capodanno è metafora dell’anno successivo.
Così io posso dire che questa cosa spero tanto sia vera, perché questo capodanno ho capito, una volta di più, che nella vita non dipende tutto da te.

non dipende tutto da te
lista dei buoni propositi: non dipende tutto da te

Quest’anno il mio capodanno è stato molto semplice. Chiuso in casa con la febbre, alta.
Giovedì ho provato a fare quello che resiste, ho pensato che un paio di tachipirine da 500 – che così sarebbero diventate mille citando Calcuttone – mi avrebbe rimesso in pista.
Venerdì ero al lavoro e appena tornato a casa sono crollato.
La febbre ha iniziato a salire, sino a toccare punte di 39,7°. Ora io lo so che è uno stereotipo di genere, quindi se vogliamo abbattere il patriarcato dovremmo farlo a doppia mandata, ma davvero io in quanto uomo a 37,5° mi sento morire, immaginate a quelle temperature stratosferiche.

La mia fortuna è che in questo momento della mia vita non sono solo. C’è una persona che mi sta molto vicina e quando ha sentito che stavo male ha mollato tutto ed è corsa da me.
È andata a fare la spesa per conto mio, ha fatto il brodo, ha cucinato la minestrina. Di notte mi ha anche messo la pezza bagnata sulla fronte – mi sentivo idiota, ma quanto bene mi faceva stare quella pezzetta.
Mi ha aiutato in qualsiasi cosa, non mi ha fatto muovere un dito. Per me un’esperienza totalmente nuova.

Mentre ero disteso nel mio letto, con un occhio mezzo chiuso e mezzo aperto ho pensato che qualcuno si stava prendendo cura di me e io lasciavo fare. Potrebbe sembrare una cosa normale, mentre per me è una cosa grandiosa.
Per tanti motivi io non ho mai lasciato che niente e nessuno potesse fare cose per me oltre un certo limite. Quel certo limite non so nemmeno io dove fosse, penso la mia capacità di fidarmi e quindi poter non avere il controllo della cosa.

Che io sia un grande insicuro è ormai un ritornello che ha portato a noia qualsiasi caro lettore o lettrice di questo blog. Uno dei lati di questa insicurezza è questa maledetta voglia di controllo.
Quindi visto che siamo a inizio anno e devo scrivere dei buoni propositi, senza potermi dimenticare quelli dello scorso anno, voglio provare a mettere da parte questa cosa.

Lo scorso anno mi ero promesso di non essere banale. Me ne ero completamente dimenticato, l’ho riletto di recente, per vedere se fossi stato in grado di mantenere il proposito.
Secondo me sì, nel 2023 sono riuscito a evitare quasi sempre la banalità. Sono stato aiutato da quest’anno che non so se vorrei rivivere o meno, ma è un altro anno che mi ha scavato dentro.
Mi era capitato con il 2022. Un anno dove avevo passato il punto più profondo della mia vita, però fu anche l’anno in cui fui capace di riscoprirmi, anche grazie alla scrittura di questo blog. Il 2023 si è portato via mio padre, ma io non riesco ad odiarlo.
Forse dirò la frase più banale, ma sono certo che questo sia l’anno della mia vita di cui mio papà sarebbe più fiero di me.

Ho avuto la fortuna di trovare una persona meravigliosa che al momento tra alti e bassi – è fan delle montagne russe, non si esce da questo rollercoaster emotivo – mi sta vicino come mai nessuna lo ha fatto nella mia vita. (Pà, pensa che persino la mamma ha detto che va bene!).
Ho fatto tantissime cose nuove e soddisfacenti partendo da quelli che erano dei semplici hobby.
Ho iniziato a insegnare improvvisazione teatrale, ho fatto stand up – era dal 2018 che volevo farla -, sono stato pagato per scrivere, ho presentato libri. Non so nemmeno io tutte le cose che ho fatto e sto facendo. Perciò io a questo 2023 non riesco a voler male.

Soprattutto perché mi ha insegnato che non dipendente tutto da te.
Me lo ha insegnato con papà. Per quanto io abbia visto mia madre lottare e portarsi dietro tutti noi per regalare un respiro in più a papà, con delle corse in guardia medica per il diabete impazzito o i ricoveri sempre più continui. Alla fine le cose vanno come devono e tu puoi solo guardarle conscio di aver fatto di tutto.
Oppure in amore. L’ho detto, sto vivendo un rollecoaster emotivo. Una sera una ragazza mi ha chiesto se fossi impegnato e una mia amica in battuta rispose: “Dipende dai giorni”. La cosa mi ha fatto ridere, prima mi avrebbe fatto un po’ male. Sono conscio di star facendo il possibile e che non ci sono formule magiche. “Non dipende tutto da te” me lo ripeto sempre. Puoi arrivare sino ad un certo punto. (Nel frattempo capodanno insegna che mi sta andando di lusso!)

Su questo l’improvvisazione è una bellissima metafora.
Lo diciamo sempre nei nostri corsi: l’improvvisazione non si improvvisa. Però poi vai sul palco, accettando che non dipenderà tutto da te. Accettando il fallimento.
Dovrai lasciarti andare, accettare quello che viene come un regalo, tenere la parte migliore e su quella costruire la tua storia assieme ai tuoi compagni di palco.
Forse la bellezza della vita sta qui: nell’accettare le cose un metro fuori dal nostro controllo. Perché saranno sicuramente sorprendenti.

Io lo scrivo, ci credo e da fuori mi giudico. C’è un Giò che mi sta battendo le mani sull’uscio della porta del mio salotto dicendo: “Cambia bio domani, metti Guru c/o staceppa”.
Però Giò cinico, io spero tu stia con me per il resto della mia vita, a continuare a guardare tutto con ironia e disincanto, ma impariamo assieme a godere di quello che abbiamo? Ti va?

Questo è il mio buon proposito per il 2024. Tenere la consapevolezza che non dipende tutto da te, accettare i regali con un sorriso migliore e come sempre inseguire un sogno: vivere delle mie parole.

Quali sono i tuoi buoni propositi per il 2024, raccontameli qui o Threads.
Settimana prossima poi ripartono i sondaggi Instagram, non perderli, seguimi.

Oh, ecco il link alla canzone – Dirti Addio.

2 thoughts on “Non dipende tutto da te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *